Per la prima volta quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria per il COVID-19 il modello precompilato è stato reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate dal 5 maggio 2020.

A partire dal giorno 14 maggio gli stessi modelli precompilati potranno essere modificati e/o integrati a seconda dell’azione compiuta sul modello, ovvero: correzione dei dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate oppure inserimento dei dati non presenti.

Il contribuente modificare in maniera autonoma il proprio modello precompilato oppure rivolgersi ad un intermediario fiscale come CAF ACLI che, previa autorizzazione dell’interessato, potrà confermare o integrare e/o modificare la dichiarazione scaricata sulla base della documentazione messa a disposizione dal contribuente pagando il 30% della maggiore imposta riscontrata e non versata in caso di errore come previsto dalla normativa riguardante il visto infedele.

Modello 730 precompilato: quali sono i destinatari

Il modello precompilato è destinato a lavoratori dipendenti e pensionati: rientrano in questo gruppo anche quei lavoratori dipendenti e pensionati che hanno svolto attività di lavoro autonomo abituale oppure occasionale.

Non rientrano invece tra i destinatari del modello precompilato i lavoratori autonomi titolari di Partita Iva, i contribuenti che nel 2018 non hanno esercitato lavoro dipendente o assimilato, badanti, colf che potranno presentare il modello 730 senza sostituto di imposta recuperando il bonus Renzi da 80 euro dove possibile.

Modello 730 precompilato: perché affidarti a CAF ACLI

Dal 2015 ad oggi la mole di dati che l’Agenzia delle Entrate ha inserito nel modello precompilato è cresciuta sempre di più.

Mentre all’inizio le voci inserite erano poche, per esempio redditi dei terreni e dei fabbricati, redditi da pensione e lavoro dipendente, contributi previdenziali ed assistenziali oggi l’elenco include moltissime altre voci come spese funebri e per l’istruzione, spese ottiche, spese per psicologi, spese legate all’amministrazione finanziaria degli amministratori di condominio per interventi di recupero e riqualificazione energetica e tanto altro.

Il contribuente che decide di controllare ed eventualmente modificare/integrare il modello precompilato in maniera autonoma corre il rischio di commettere errori legati alla scarsa conoscenza delle voci di spesa presenti in dichiarazione e, in generale, della materia fiscale.

La responsabilità di eventuali errori ricadrà esclusivamente sul contribuente.

Con il servizio del 730 Online di CAF ACLI sarà un consulente fiscale dedicato a scaricare il modello per conto del contribuente, assistendolo durante l’intera procedura di verifica ed invio.

Quest'anno fai il 730 Online!

Scegli la sicurezza del servizio 730 Online di Caf Acli, non avrai bisogno di uscire di casa ma sarai seguito da un’operatore dedicato esattamente come allo sportello!