Il conto alla rovescia è partito: i contribuenti hanno a disposizione ancora una settimana per chiudere i conti col 730/2018 e andarsene tranquilli in vacanza, dopodichè l’amministrazione finanziaria farà sventolare la fatidica bandiera a scacchi.

Il 23 luglio è infatti la scadenza fissata per le trasmissioni all’Agenzia delle Entrate. Passata quella data (l’ultima disponibile per farsi rimborsare direttamente in busta paga l’eventuale credito spettante) la sola possibilità di dichiarare resterà quella del Modello REDDITI (ex Unico) fino al 31 ottobre.

Una precisazione è d’obbligo per chi si fosse accorto solo adesso di aver sbagliato o dimenticato qualcosa nella documentazione per il 730 consegnata al CAF: se il modello non è stato ancora trasmesso c’è ancora modo di recuperare, ma è necessario far presente al CAF la dimenticanza e chiedere l’integrazione del modello prima ancora che sia inviato all’Agenzia delle Entrate. A seguito quindi della modifica, non resterà traccia alcuna degli errori sul modello originario; altrimenti, dopo il 23 luglio, si potrà/dovrà rimediare o con un 730 integrativo, oppure con un REDDITI correttivo nei termini.

COME PROCEDERE CON LA DICHIARAZIONE 730/2018? Gli intermediari fiscali – CAF e commercialisti – hanno sempre la possibilità di scaricarle la dichiarazione precompilata del sggetti dal sito dell’Agenzia, previa delega del contribuente. Se il cittadino decide di modificare e inviare la dichiarazione autonomamente, se ne assume tutta la responsabilità. Viceversa, nel momento in cui si interpella l’intermediario fiscale, l’intermediario stesso prenderà in esame tutta la documentazione, dopodiché apporrà il cosiddetto “visto di conformità”, sciogliendo così il cittadino da qualunque responsabilità. L’apposizione del “visto”, quindi, pur restando una questione tecnica di poco interesse per il contribuente, è in realtà l’architrave sul quale poggiano la maggior garanzia e la maggior tutela che si hanno nel caso in cui si decida di rivolgersi al CAF.

Fai il 730 ONLINE con CAF ACLI e Risparmia Tempo

Mancano solo pochi giorni alla scadenza finale!

Quest’anno rispetto al passato, si è ampliato il menu dei dati già disponibili nella precompilata, tuttavia è indispensabile che questa venga verificata da un esperto fiscale che sappia consigliare e informare il cittadino sulle detrazioni spettanti e sulle novità dell’anno.

Con il servizio ONLINE di Caf Acli da quest’anno è possibile richiedere la propria dichiarazione dei redditi senza uscire di casa e senza fare code e attese al centro CAF. E’ sufficiente registrarsi sul portale dedicato inserendo i propri dati, la foto del proprio documento e la dichiarazione dell’anno precedente. A quel punto sarà possibile entrare nella propria area riservata e chattare direttamente con il proprio operatore, un esperto fiscale CAF dedicato risponderà a tutte le domande e i quesiti del contribuente.

Affrettati, mancano solo pochi giorni alla Scadenza!

Registrati subito al Servizio Online di CAF Acli