Il 23 Luglio 2019 è stato l’ultimo giorno utile per l’invio del Modello 730: entro questa data, tutti i cittadini cui spettava l’onere di fare la Dichiarazione dei Redditi, dovevano trasmetterla all’Agenzia delle Entrate.

Cosa succede e come devono comportarsi coloro che non sono riusciti a rispettare questa scadenza?

I contribuenti “ritardatari” non saranno soggetti a sanzioni se presenteranno il Modello Redditi PF 2019 entro 2 Dicembre 2019.

Con il Decreto Crescita, approvato a Giugno 2019, il termine ordinario di trasmissione è stato spostato dal 31 Ottobre al 30 Novembre. Dal momento che il 30 Novembre 2019 cade di Sabato, la scadenza slitta a Lunedì 2 Dicembre.

 

Dichiarazione dei redditi in ritardo: cosa succede all’atto pratico

Come sottolineato precedentemente non aver presentato il 730 non espone al rischio di sanzioni pecuniarie se si adempie comunque all’obbligo della dichiarazione con il Modello Redditi entro il 2 Dicembre 2019.

Tuttavia si perde la possibilità di beneficiare dell’eventuale credito nella busta paga di Luglio/Agosto: in questo caso sarà l’Agenzia delle Entrate ad assumersi l’onere del rimborso ma, chiaramente, i tempi di attesa saranno maggiori.

Leggi il nostro ultimo articolo per conoscere le differenze tra Modello Redditi e 730!

 

Modello Redditi 2019: che cos’è e dove trovarlo

Il Modello Redditi PF 2019 è dunque la seconda chance offerta a tutti i contribuenti che non sono riusciti a trasmettere entro i tempi stabiliti il Modello 730.

La versione precompilata del Modello Redditi si trova sul sito dell’Agenzia delle Entrate e, come per il Modello 730/2019 , all’interno sono riportati gli stessi dati presenti nel precompilato.

 

Come correggere errori presenti nel Modello 730/2019 Redditi 2018

Accade non di rado che il contribuente si renda conto di aver commesso alcuni errori nella compilazione del modello 730: tutto può essere corretto senza problemi!

Se nel modello 730 sono presenti errori di compilazione o di calcolo che non permettono di usufruire di alcuni oneri deducibili o detraibili è necessario rivolgersi al CAF per compilare un modello 730 integrativo.

In presenza di errori che hanno permesso al contribuente di usufruire di alcuni benefici che in realtà non gli spettavano è necessario presentare un Modello Redditi entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta successivo.

 

Hai mancato l’appuntamento del 23 Luglio 2019 e non sai come fare?

Affidati a CAF Acli per la compilazione del Modello Redditi: è la tua ultima possibilità!