Domande più frequenti

Hai un dubbio? Consulta le domande più comuni degli utenti del servizio 730 ONLINE.

DOMANDE GENERALI SUL 730

Il 730 è un modello di dichiarazione dei redditi semplificato che deve essere presentato da tutti i lavoratori, i pensionati e da tutti quei cittadini che percepiscono redditi da lavoro dipendente. Attraverso il 730 è possibile godere di agevolazioni fiscali per gli oneri sostenuti nel corso dell’anno precedente in base a quanto previsto dalla norma.

Tutti i contribuenti sono tenuti ad inserire nel proprio 730 tutti i redditi percepiti da lavoro dipendente, redditi assimilati (ovvero quelli derivanti da contratti di lavoro a progetto e contratti di lavoro Co.co.co.), redditi associati a terreni, fabbricati, redditi di capitale e redditi da lavoro autonomo che non prevedono la Partita Iva, redditi soggetti a tassazione separata e redditi percepiti da fabbricati e terreni che si trovano all’estero. Dal 2020 possono presentare la dichiarazione dei redditi gli eredi di contribuenti deceduti.

Sono obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi i cittadini che percepiscono nello stesso momento più redditi associati a contratti firmati con diversi datori di lavoro e coloro che detengono tipologie di reddito diverse tra loro. Sono inoltre tenuti a trasmettere il 730 i cittadini che detengono ritenute fiscali non emesse in modo corretto dal datore di lavoro con cui si ha un rapporto professionale e quando il datore di lavoro non ricopre il ruolo di sostituto di imposta come nel caso di badanti che percepiscono una retribuzione lorda priva di ritenute.

Appartengono alla categoria di cittadini che nono sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi coloro che rientrano nelle categorie esonerate dalla norma ovvero: cittadini che percepiscono redditi derivanti dalla solo abitazione principale e fabbricati non locati; i cittadini che percepiscono redditi esclusivamente redditi da lavoro dipendente o pensione a patto che tutte le ritenute fiscali siano state effettuate senza errori dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico. Infine, non devono trasmettere il 730 i cittadini che accanto ai redditi da lavoro dipendente o alla pensione percepiscono redditi associati a fabbricati non locati.

Un pensionato è obbligato a trasmettere entro il termine del 30 Settembre all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione dei redditi soltanto quando oltre alla propria pensione percepisce anche redditi imponibili di vario tipo per esempio quelli derivanti da fabbricati in affitto o prestazioni di lavoro occasionale.

In mancanza della Certificazione Unica non è possibile fare la dichiarazione dei redditi. La CU presuppone infatti l’esistenza di un rapporto di lavoro dipendente: in mancanza di questa al contribuente resta la sola possibilità di presentare entro i termini stabiliti il Modello Redditi (ex Modello Unico).oro occasionale.

SCADENZE E RIMBORSO 730

Per i contribuenti che affidano al CAF la trasmissione del modello e per coloro che scelgono di farlo in maniera autonoma la trasmissione del Modello 730 all’Agenzia delle Entrate deve avvenire entro il termine del 30 Settembre.

I lavoratori dipendenti percepiranno il rimborso 730 direttamente in busta paga a Luglio nel caso in cui il Modello 730 sia stato compilato riportando i dati relativi al sostituto di imposta, in questo caso il datore di lavoro. Allo stesso modo i pensionati riceveranno ad Agosto il proprio rimborso nella rata della pensione. Sarà compito dell’Agenzia delle Entrate effettuare il rimborso 730 entro la fine dell’anno (o all’inizio dell’anno successivo) per tutti quei lavoratori dipendenti che non hanno inserito nel modello 730 riferimenti al sostituto di imposta.

La Dichiarazione dei Redditi e tutti i documenti utili devono essere conservati fino al 31 Dicembre del quinto anno successivo alla trasmissione del modello 730.

COSTI DEL SERVIZIO

La registrazione al servizio 730 ONLINE costa 1 € e vale per sempre! Questo pagamento serve per verificare la vostra identità attraverso l’intestatario della carta di credito e non sarà più richiesto.

Il pagamento del modello 730 sarà richiesto soltanto alla fine della procedura, dopo aver visionato e approvato la pratica.

Soltanto nel caso in cui la tua situazione richieda la presentazione di un modello differente rispetto al 730, come ad esempio il modello Redditi. In questo casa sarai prontamente informato e ti verrà indicato il nuovo importo richiesto per completare la pratica. A quel punto potrai accettare e proseguire oppure rinunciare senza costi aggiuntivi.

USO DELLA PROCEDURA

NO, non serve nessuna competenza fiscale e non è richiesto di scrivere nessun importo, tutto viene fatto dai nostri consulenti fiscali.

Non ti preoccupare, il nostro consulente ti consiglierà via chat suggerendoti quali documenti fotografare e inviare. Consulta la pagina DOCUMENTI UTILI troverai tutto l’elenco dei documenti da inviarci per fare il 730.

Ogni utente registrato può fare un solo 730 per ogni anno di competenza. Se in famiglia dovete fare più di un 730, ad esempio per la moglie, un figlio etc anche questi ultimi devono registrarsi nel portale. L’unica eccezione è per il 730 CONGIUNTO che si può richiedere sul portale indicandolo espressamente nella chat con l’operatore.

Consulta la pagina REGISTRAZIONE per ulteriori informazioni sul processo di registrazione al il730.online

Certo! Nel caso in cui tu decida di interropere procedura online potrai recarti alla sede del CAF Acli più vicina per completarla in modo tradizionale. L’ufficio sarà in grado di consultare i dati già inseriti e richiedere eventuali dati mancanti. La pratica sarà poi saldata in loco.

Certo, la procedura il730,online è accessibile da casa basta avere un collegamento a internet. E’ facile e non necessita di alcun appuntamento con il nostro consulente fiscale.

Leggi le nostre guide e scoprirai tutti i vantaggi.

SICUREZZA E GARANZIA

I dati della carta di credito non vengono memorizzati sui nostri sistemi, la transazioni dei pagamenti e della registrazione avvengono solo sul circuito NEXI su canale sicuro.

A partire dal 2015,  la scelta dei contribuenti di affidarsi al CAF ACLI che è un intermediario fiscale certificato, è completamente tutelata per la presentazione della dichiarazione dei redditi e quindi anche del 730. Iscrivendosi al IL730.ONLINE si sceglie di affidarsi al CAF Acli, che prenderà in esame tutta la documentazione, dopodiché apporrà il “visto di conformità”, sciogliendo così il cittadino da qualunque responsabilità, salvo ovviamente il dolo.

Tutte le comunicazioni da e per i nostri sistemi sono in HTTPS crittografate a 256 bit.

HAI ALTRE DOMANDE?
CHATTA CON NOI SU
MESSENGER!

Clicca per avviare la Chat

Compila il form per richiedere un contatto diretto con i nostri responsabili